Blog

Protezione dei dati e sicurezza informatica: perché non bisogna sottovalutare la minaccia incombente!

Protezione dei dati e sicurezza informatica: perché non bisogna sottovalutare la minaccia incombente!

10 Gennaio 2017 – Arrestati i due fratelli hacker, Giulio e Francesca Maria Occhionero, gli ultimi di una lunga lista di hacker che spiavano sistematicamente politici al massimo livello, businessmen, alti prelati ed esponenti della massoneria: da Matteo Renzi a monsignor Gianfranco Ravasi, dal Governatore della Bce Mario Draghi al’ex premier Mario Monti fino al Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia Stefano Bisi. E anche in questa indagine, che ha svelato l’intrusione nel pc di oltre 18mila username comprese, c’è probabilmente qualcuno che ha messo sull’avviso l’ingegnere nucleare e la manager accusati di aver depredato informazioni di ogni livello. Il giorno prima di essere perquisito l’ingegnere aveva eliminato dati, file, cartelle, account e credenziali dal suo computer.

10 Gennaio 2017 – Hacker sul sito dell’Università degli studi di Salerno-Fisciano. In gergo tecnico si chiama defacement, ovvero un’operazione di pirateria informatica che determina il cambiamento non autorizzato del contenuto di una pagina o di un sito web mediante l’introduzione illecita di testi critici o sarcastici.

 

Due episodi similari che hanno come denominatore comune la poca sicurezza del nostro patrimonio informatico.

Una minaccia purtroppo reale che si evolve di pari passo con il progresso tecnologico, si nutre delle nostre stesse consuetudini di comportamento, trova stimolo nella messe crescente di dati e notizie che affidiamo alla nostra presenza digitale.

Inutile continuare a meravigliarci: carpire dati sensibili on line può essere reato, ma tecnologie avanzate e comportamenti inconsapevoli offrono possibilità virtualmente illimitate. A compiere illeciti, poi, è soprattutto una massa poco controllabile: i soggetti privati.

Lo scenario è particolarmente preoccupante nel contesto europeo: il nuovo Regolamento UE 2016/679 sul trattamento dei dati, a cui è necessario adeguarsi entro il 25 maggio 2018, richiede che le aziende che subiscono una violazione dei dati dimostrino di aver rispettato gli obblighi di legge sulla protezione delle informazioni.

Nonostante questo la maggioranza delle piccole e medie imprese oggi non dispone di misure di sicurezza adeguate per difendersi dai possibili attacchi informatici, principalmente a causa della scarsità di risorse da investire in questa direzione.

Per non cadere nella trappola dei criminali informatici è necessario documentarsi costantemente sui nuovi tipi di minacce, navigare online con prudenza e dotare i propri dispositivi fissi e mobili di un adeguato software di sicurezza informatica.

 

I Servizi di Sicurezza Informatica Max, partner di Buffetti Software, sono indispensabili strumenti per i professionisti e le aziende che hanno necessità di dotarsi di piani di protezione per i PC e i dati informatici. Sia che si tratti di concorrenti, hacker o frodatori, il furto di dati può avere delle conseguenze gravi per l’azienda.

 

 

Buffetti Software Salerno assicura la protezione dei tuoi dati informatici..il tutto con una piccola rata mensile!

Contattaci oggi stesso.

Leave a comment

it_ITItalian
0